Termine con cui si indicavano i due supremi magistrati nel mondo romano, con potere annuale. Sotto l’impero la loro autorità si ridusse e, pur essendo diventata una carica onorifica, si continuò a nominare i consoli, in Occidente ed in Oriente, fino al VI secolo d. C.