Domus dei mosaici

domus-mosaici-generale

(attualmente non visitabile)

La Domus dei mosaici si trova sul versante occidentale della collina del faro, presso la riva destra del Rio Mannu. Deriva il suo nome dal fatto che i pavimenti di tutti gli ambienti erano decorati da mosaici policromi, molti dei quali con raffigurazioni di pesci. Si tratta di un’abitazione privata, riccamente decorata e dotata di un piccolo impianto termale.
La domus è costituita da diversi ambienti disposti a ventaglio, seguendo il pendio naturale della collina, e si affacciava verso il fiume e verso il Golfo dell’Asinara. Lo scavo ha messo in luce alcuni vani e due vasche, relativi al piano terra, ed un vano del piano superiore.
Al piano terra abbiamo un ambiente absidato, del quale è ancora visibile parte della cupola di copertura. Al centro si trova un ambiente di grandi dimensioni, con colonne e due vasche, riccamente decorate con marmi colorati.
Lo scavo ha evidenziato la presenza di un vano rettangolare, che faceva parte del primo piano dell’abitazione, che si poteva raggiungere per mezzo della scala, ancora oggi visibile. Questo vano, il cui pavimento era ricoperto con un mosaico geometrico, era riscaldato.
Alle spalle della domus è stato messo in luce un piccolo tratto di strada lastricata in trachite. Ulteriori scavi permetteranno di avere altri dettagli sulle funzioni degli ambienti e di creare un percorso di visita adeguato.
Probabilmente la costruzione della domus avvenne tra I e II secolo d.C. e fu utilizzata e ristrutturata fino al III secolo d.C.

domus-mosaici-dettaglio

domus- mosaici-pesci